Languages

Socials

Share us:


Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Delicious

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Digg

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in FaceBook

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Google Bookmarks

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Stumbleupon

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Technorati

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Twitter

Submit CCMMMA - Centro Campano per il Monitoraggio e la Modellistica Marina ed Atmosferica in Twitter

La tradizione dei giorni della merla

 

I cosiddetti giorni della merla sono, secondo tradizione, gli ultimi tre giorni di Gennaio (29,30 e 31) e sarebbero i tre giorni più freddi dell’anno.

Secondo una leggenda popolare una merla e i suoi pulcini, in origine bianchi, si rifugiarono dentro un comignolo, dal quale emersero il 1 febbraio, tutti neri a causa della fuliggine. Da quel giorno tutti i merli sono neri.

Sempre secondo la leggenda, se i giorni della merla sono freddi, la primavera sarà bella; se sono miti o caldi, la primavera arriverà in ritardo.

Come saranno i giorni più freddi dell’anno in questo strano inverno 2014?

L’ Inverno 2013/14 ha ancora molto da dover dire, ma finora questa prima parte si è certamente contraddistinta per un andamento piuttosto anomalo su gran parte della penisola Italiana e del comparto euro-asiatico, con temperature di gran lunga superiore alla norma. Sono mancate le classiche irruzioni fredde provenienti dalla Russia e dalla Siberia e siamo stati completamente dominati dal tiepido ed umido flusso atlantico, il quale ha trasformato la stagione invernale in una prosecuzione dell’autunno.

Nonostante ciò nei giorni della merla le regioni settentrionali saranno alle prese con la prima vera nevicata di stagione sulla pianura padana, grazie allo scorrimento di correnti più umide  di origine atlantica su uno strato freddo alimentato dalla recente irruzione fredda.

La neve cadrà generosamente anche lungo l’Appennino ma ben presto sarà sostituita dalla pioggia per l’avvento di correnti più calde sciroccali, le quali relegheranno la quota neve sulle cime delle nostre montagne centro-meridionali e sulle Alpi.

Insomma per la buona anima degli appassionati di gelo e neve non ci sono buone notizie e neanche per tutti quelli che sperano in una primavera anticipata secondo la leggenda.